Home
   Informazioni
   Ricerca
   Didattica
   Personale
   Proposte
   Tesi in corso
   Albo dei tesisti
   Mappa
   English
stampa 
Apparecchiatura a cavi per la riabilitazione dell'arto inferiore

Relatore: prof. Aldo Rossi
Laureando: Arianna Derni
Data: 2007

Descrizione: In questa tesi viene presentato il progetto svolto presso il Dipartimento di Innovazione Meccanica e Gestionale (DIMEG) di Padova a conclusione del corso di laurea triennale. Obiettivo del lavoro è stato di eseguire uno studio su alcune possibili configurazioni di apparecchiature a cavi per la riabilitazione passiva dell'arto inferiore. Nel primo capitolo vengono esposti alcuni cenni di anatomia dell'arto inferiore utili a comprendere gli elementi che lo costituiscono e i movimenti che esso può compiere in condizioni normali. Avendo poi distinto le maggiori cause di deterioramento della mobilità articolare in traumi sportivi, patologie degenerative e lesioni neurologiche, nei capitoli due, tre e quattro si è fornita una descrizione dei principali infortuni e delle più frequenti patologie dell'arto inferiore per ognuna di queste categorie. Nel corso di questi capitoli sono state fornite anche delle linee guida generiche valide per l'iter riabilitativo conseguente ad una lesione dell'arto inferiore, descrivendo le principali tecniche di riabilitazione e i tipi di macchine utilizzate per ciascuno stadio. Per entrare più nel dettaglio si sono proposti degli esempi di protocolli riabilitativi, soffermandosi sui protocolli di riabilitazione in seguito ad artroprotesi d'anca ed ictus. Il quinto capitolo riguarda la riabilitazione alla locomozione, con riferimento particolare alla tecnica del supporto del peso corporeo, un approccio riabilitativo sviluppato negli ultimi anni. In questo ambito si è presentata una panoramica delle macchine riabilitative sviluppate dai principali centri di ricerca in tutto il mondo volte al recupero della camminata. Nel sesto e settimo capitolo viene affrontata l'analisi di due possibili configurazioni che una macchina per la riabilitazione passiva dell'arto inferiore può assumere. Per entrambi questi sistemi è stato condotto uno studio cinematico e dinamico, a partire da modelli antropometrici si è cercato di attuare una ottimizzazione delle dimensioni e si sono valutate le soluzioni possibili cercando di individuare quelle realizzabili dal punto di vista meccanico. Per finire è stata fatta una stima di massima per il dimensionamento dei sistemi di attuazione.


Riferimento: Aldo Dalla Via
Sede: UniPd - DIMEG

Home | Informazioni | Ricerca | Didattica | Personale | Tesi | Mappa | English